Benvenuto del comandante
Comandante PCi Lugano Campagna

ten col Claudio Hess
Comandante PCi Lugano Campagna

Gentili Signore, Egregi Signori,
Con molto piacere vi trovo su questa piattaforma informativa della Protezione Civile Regione Lugano Campagna.

Lavoro per questo Consorzio dal mese di ottobre del 2001 e nel trascorrere degli anni ho ricoperto svariate cariche all’interno di questa organizzazione, fino, con l’avvento del 2018, a diventarne il Comandante. Da subito ho potuto apprezzare la Protezione Civile quale organizzazione di milizia, dove gli astretti, provenienti da ben 252 ambiti professionali differenti, vestono la divisa e si adoperano per apportare in questa organizzazione una prestazione a favore della collettività. Il risultato di questo impegno mi colpisce ogni giorno; un sistema di milizia dove le gerarchie si rimescolano, dove tutti sono messi sullo stesso piano e dove per qualsiasi nuova sfida, vi è a disposizione la persona adatta e professionalmente competente.
Gli 876 militi incorporati nelle 4 compagnie della nostra struttura e condotti dagli 8 professionisti che compongono l’ufficio consortile, prestano servizio in svariati ambiti; dal servizio salvataggio legato agli interventi sul territorio, al servizio assistenza, impiegato per l’organizzazione delle vacanze per gli anziani residenti negli istituti della regione, alla protezione dei beni culturali che si occupa di gestire l’inventario e i piani di evacuazione dei beni presenti nei nostri edifici sacri, senza tralasciare lo stato maggiore e il servizio logistica (materiale, impianti, trasporti ed approvvigionamento). L’istruzione, in tutti questi ambiti, resta uno dei punti primari e questo in vista di una buona preparazione all’intervento.
Troverete sul sito tutta una serie di informazioni legate ai nostri compiti, alla struttura politica e operativa, alle infrastrutture di PCi, alla dotazione di materiale e mezzi. Per gli astretti al servizio sono pure fruibili tutte le indicazioni legate al programma corsi di formazione e di ripetizione.
Nella bacheca fotografica potrete visionare qualche immagine che mostra le svariate attività svolte durante i nostri corsi, fra le quali gli interventi dei nostri militi per lavori di pubblica utilità e di ripristino.
Uno dei fiori all’occhiello della nostra organizzazione è il progetto “Atelier della memoria”, sviluppato in collaborazione con l’ufficio di dialettologia ed etnografia della svizzera italiana. Attraverso interviste registrate ci si prefigge di documentare, grazie ad informatori nativi delle rispettive località, gli idiomi conservativi come vengono tuttora usati per l’interazione all’interno della comunità e di attestare attività, usanze, modi di vita circoscritti al passato. In questo sito potrete visionarne un’anteprima.
Vi auguro buona navigazione.

Cordialmente

ten col Claudio Hess